Modelle italiane emergenti: le più promettenti

0
49
greta-varlese

Modelle italiane emergenti: le più promettenti del momento, nel post a cura di Noi Moda

Per questo nuovo anno che ci attende, la moda regalerà novità importanti. Tra le più importanti, posto di spicco occupano i nuovi volti delle passerelle più importanti. I brand più famosi, infatti, sono continuamente alla ricerca di nuovi modelli e modelle capaci di valorizzare al meglio i propri capi e le proprie collezioni. Tante sono le modelle italiane emergenti, la cui bellezza è sempre riconoscibile e che nei prossimi anni vedremo ovunque, dalle copertine alle pubblicità in TV.

Vediamo quali sono le 5 modelle italiane emergenti che si sono messe in luce nell’ultimo anno. Durante le fashion week hanno infatti sfilato per i brand più importanti. La loro bellezza unica è soprattutto caratterizzata da tratti fisici diversi, lontani dagli stereotipi di bellezza classici. Le passerelle, infatti, hanno smesso da un po’ di prediligere bellezze canoniche per dare più spazio alla personalità, ossia a modelle non solo dai tratti fisici e di viso caratteristici, ma anche di carattere.

Attraverso alcuni tratti fisici unici, le modelle italiane emergenti hanno fatto valere il proprio stile e il proprio carattere. Vediamo quali sono nelle righe che seguono, per il nostro consueto appuntamento con le modelle famose. Bentornati sul nostro portale!

Greta Varlese

A soli 16 anni, Greta Varlese è entrata nel mondo della moda e in poco tempo ha raggiunto tappe importanti per la sua carriera, rientrando ad esempio tra le 50 modelle più interessanti del mondo.

Conosciuta grazie alla sua partecipazione all’edizione cinese di Elite Model Look, è stata definita una “centrale elettrica”. Carisma da vendere, sguardo penetrante e lineamenti marcati, l’hanno infatti resa una tra le modelle italiane più apprezzate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Greta Varlese (@greta_varlese)

Paola Manes

La modella Paola Manes ha conquistato l’interesse di molte firme importanti, da Bottega Veneta a L’Oréal.

La sua bellezza è infatti unica nel suo genere: tratti delicati ma anche decisi, che esprimono la perfetta dicotomia tra carattere forte e deciso, unito ad un’anima fragile. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da paolala (@paolamanes_)

Maty Fall Diba

Originaria del Senegal, vive ad oggi con la famiglia in Veneto. Appassionata di moda fin da giovanissima per merito della madre, è entrata di diritto tra le modelle italiane emergenti di quest’anno. La bellezza di Maty ha conquistato già la Milano Fashion Week, sfilando per Valentino e Saint Laurent. Già nel 2020 Maty si trovava sulla copertina di Vogue, iniziando così la sua promettente carriera di modella.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maty (@dibaamaty)

Alessandra Caporaso

Versatile, camaleontica, divertente. Alessandra Caporaso rispecchia la bellezza dell’essere sé stesse. Ha sfilato per maison famose come Versace, Sunnui e Jacquemus, portando con sé ideali di inclusività e di apertura verso tutti i tipi di corpo e bellezza. La sua è delicata, con lentiggini e occhi chiari, mentre i suoi capelli corti, portati eccentricamente e dai colori sempre diversi, dimostrano come anche nella moda l’importante sia non prendersi troppo sul serio.

Martina Biondino

Alcune tra le modelle più apprezzate hanno la caratteristica di somigliare ad artisti o attrici famose. È il caso di Martina Biondino. La sua bellezza caratterizzata da sopracciglia folte, occhi grandi oltre che scuri e il viso allungato, la rendono la modella italiana più somigliante in assoluto a Frida Kahlo. Il suo stile è riconoscibile tra tutte e lo sguardo penetrante ne enfatizza la bellezza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martina Biondino (@martinabiondino_)

Il nostro approfondimento dedicato alle modelle italiane emergenti, termina qui. Alla prossima con i post moda a cura del nostro portale!

Articolo precedenteStile hippie: storia e maggiori trend
Articolo successivoBretelle bimbo: quando indossarle